Sovra tutto ‘l sabbion, d’un cader lento,/ piovean di foco dilatate falde,/ come di neve in alpe sanza vento