Nel ciel che più della sua luce prende fu’ io, e vidi cose che ridire né sa né può chi di la sù discende