Ma voi chi siete, a cui tanto distilla, quant’ io veggio, dolor giú per le guance? e che pena e in voi che sí sfavilla?