La provedenza, che cotanto assetta, del suo lume fa ‘l ciel sempre quïeto nel qual si volge quel c’ha maggior fretta;