Io stava sovra'l ponte a veder surto, sì che s'io non avessi un ronchion preso, caduto sarei giù sanz'esser urto.

Canto XXVI, versi 43 a 45