"E se non piangi, di che pianger suoli?"

XXXIII, V.v 42