e li occhi no l’ardiscon di guardare.

XXVI capitolo, verso 4