“dolce color d’oriental zaffiro, / che s’accoglieva nel sereno aspetto del messo, puro infino al primo giro”